1) AVVICINARSI ALLA RAZZA
Risposte a cura di Francesca Zuffolato



 COME dovrebbe essere il futuro proprietario, per così dire, 
“ideale” di un Akita??

Coerente, calmo e ovviamente amante VERO della razza 

L’akita può vivere anche in appartamento?? 
Quali sono le accortezze da adottare??

L’akita può vivere in appartamento, ovviamente non in un monolocale viste le dimensioni non proprio piccole. 
Come per tutti i cani: portarlo fuori tre volte al giorno per sporcare e per fare attività fisica. 

 Se in casa ci sono altri animali, com’è possibile far convivere 
un Akita con un gatto per esempio??? E con un altro cane???


- non essere precipitosi. Farli incontrare con calma ed evitare gelosie.

Viene definito un cane non per tutti e molti mi hanno detto che 
è molto aggressivo, io ho dei bimbi in casa, come mi devo 
comportare??


- L’akita NON è un cane aggressivo. Si deve insegnare ai bimbi a rispettare la privacy del cane. Non disturbarlo quando 
mangia, quando dorme per esempio

 salve io vorrei prendere un akita...ma non ho mai avuto un cane, 
una ragazza che conosco ne ha uno, e è un cane tranquillissimo...e mi ha detto che se sono disposta a portarlo ad addestrare 
non avrò problemi, ma su internet mi parlano tutti di cani impossibili da tenere per un neofita...voi che dite?


- è un classico! Non è un cane facile, ma neanche impossibile 
( ci sono altre razze più difficili). Ovviamente si può 
prendere la femmina, che è più facile da seguire rispetto al maschio.
 E se proprio si vuole prendere un maschio, ci si fa 
aiutare dall’'allevatore nella scelta giusta del cucciolo e successivamente ci si può appoggiare ad educatori per l’educazione 
corretta del cucciolo.

 Io lavoro tutto il giorno e sono fuori casa la maggior parte del tempo. Esco la mattina e rientro la sera. Per un 
akita, che dicono essere molto indipendente, è un problema stare tutte queste ore da solo??

- l’Akita non è appiccicoso come altre razze, ma non per questo ama stare da solo troppo a lungo. Se proprio deve, si abitua. 
L’ideale sarebbe la compagnia di un altro cane (di sesso opposto). 

L’akita mi hanno detto che non abbaia quasi mai. E’ vero? 

- vero. Abbaia solo se necessario.

 Stò cercando un cane da guardia. Ma essendo il mio primo Akita mi hanno sconsigliato il maschio. Ma la femmina fà la guardia?

- la migliore è la coppia per la guardia. Il maschio è molto più “fisico” nella guardia, mentre la femmina tende ad avvertire. La differenza è che la femmina non può essere “distratta” da femmine in calore.



2) DOVE TROVARE UN AKITA 
(Risposte a cura di Debora Vecchio)


Determinato che vogliamo un Akita, ci mettiamo alla ricerca di un buon allevamento. Qual’è il costo medio di un cucciolo?? 

 Domanda difficile alla quale rispondere, non esiste un costo medio per l’Akita dipende quale tipo di akita vogliamo ( da famiglia o da show), dipende dal valore che l’allevatore da ai suoi cani che è frutto del suo lavoro quindi la risultante di tutte le sforzi sostenuti, come ad esempio certificati medici di svariato tipo nonché esposizioni, prove di lavoro (nel caso in cui ci fossero) etc..

Mi interessa un cane da compagnia, non mi interessano le esposizioni e quindi non vorrei spendere troppi soldi. A chi posso rivolgermi per avere un buon rapporto qualità-prezzo??? 

Rivolgersi ad un allevatore serio e competente che conosca 
la storia e i pedigree dei suoi cani è indispensabile!un buon allevatore è colui che aiuterà nella scelta del cucciolo il nuovo proprietario illustrandone le caratteristiche e saprà indicare le potenzialità del cucciolo che siano da show o semplicemente cani da famiglia. 

Sono interessato principalmente a portare il cane in esposizione. Ma a 60gg come posso avere la certezza che l'’allevatore mi sta vendendo un soggetto completamente in standard, giutificandomi quindi una spesa abbastanza rilevante???? Probabilmente se aspettassi ad acquistarlo dopo il 4/5 mese potrei già vederlo un po’ più “formato”, ma è possibile
accordarmi con un allevatore in questo modo??


Gli stessi allevatori acquistano cuccioli di 2 mesi, avendo fiducia del nostro interlocutore con il quale manteniamo i contatti per consigli adeguati sulla crescita del cucciolo, visionare i genitori del cucciolo e gli altri soggetti presenti in allevamento è indispensabile e possiamo avere un riferimento sul futuro del nostro cucciolo, ma la prima cosa è 
sicuramente la fiducia che si instaura con l’allevatore che abbiamo scelto che ha tutto l’interesse, di fronte alla richiesta di un cucciolo da esposizione, a dare il meglio ovvero proprio quello che state cercando. Non è quindi sempre necessario attendere i 4/5 mesi del cane.

 Ho chiamato molti allevamenti ma non sono completamente convinto. Vorrei sapere QUALI SONO LE CARATTERISTICHE CHE 
DEVE AVERE UN ALLEVATORE PER ESSERE DEFINITO TALE?? Quali sono inoltre le garanzie che mi deve dare sul cucciolo?? 
Certificati medici, esenzioni etc etc..


L’essere un allevatore con affisso cioè iscritto all ‘albo degli allevatori ’En.c.i. in quanto sottostanti alle regole di un Codice Etico, può dare delle garanzie sui soggetti allevati, rappresentati in esposizione o in riproduzione ma ci sono anche molti allevatori amatoriali seri e competenti che mostrano certificati di salute dei propri soggetti e tutta la loro professionalità, indispensabile è però visitare di persona gli allevamenti vedere come e dove vengono tenuti i cani e come’è 
il rapporto tra l’allevatore e i suoi akita. La salute (mostrata anche dai certificati veterinari sui soggetti allevati) e la serenità dei cani presenti in allevamento sono un ottima garanzia. 

 Ho trovato un allevatore che mi dà fiducia. Tra 30 giorni andrò a vedere la cucciolata e mi è stato richiesto di prenotare il cucciolo. SU COSA DEVO STARE ATTENTO NELLO SCEGLIERLO?? AVRANNO POCO PIU’ DI TRENTA GIORNI E QUINDI I TRATTI 
PRINCIPALI NON SARANNO ANCORA VISIBILI.. 
CHI PUO’ AIUTARMI?? 

 L’occhio esperto di un allevatore che ha visto passare tra le sue mani diversi cuccioli può consigliare nella scelta, il rapporto allevatore/ nuovo proprietario si deve fondare sulla reciproca fiducia, l’attenzione ci deve essere sempre in ogni caso ma ciò che i nostri cani ci insegnano è avere istinto e quindi anche avvicinarsi ad un allevatore piuttosto che un altro è basato sulle nostre esperienze, in ogni caso se siamo neofiti diventa difficile valutare un cucciolo, non avendo ancora 
conoscenza della razza e quindi dobbiamo affidarci totalmente al giudizio dell’allevatore se invece abbiamo già qualche esperienza l’armonia nell’insieme del cucciolo può esserci d’aiuto.



3) ARRIVA IL CUCCIOLO A CASA
Risposte a cura di Francesca Zuffolato



Come devo attrezzarmi per l’arrivo del cucciolo a casa??

bisogna attrezzarsi con 2 ciotole: una per l’acqua e una per il mangiare, una brandina o una copertina e dei giochi (non piccoli per evitare che li ingoi) e infine tanta pazienza e tanto amore.

Non ho mai avuto akita, per cui non so se acquistare una cuccia per tenerlo all’esterno o è meglio aspettare. L’Akita patisce il freddo??

L’akita non patisce il freddo. Ma per esperienza personale sarebbe preferibile finché è cucciolo tenerlo a dormire in casa.
 Non fa danni e sono cani molto puliti.

 Mi hanno detto che è un cane molto dominante. Mi hanno consigliato di determinare fin da subito i suoi spazi e inostri in casa e non lasciarlo libero di andare ovunque. E’ vero??

 il discorso della dominanza è relativa. Ovvio bisogna essere coerenti, per esempio vietare fin da subito di salire sul divano o sul letto, di non elemosinare a tavola (deve essere fatto da tutta la famiglia)

 QUANTO è importante per un akita la socializzazione da cucciolo per avere un cane maggiormente equilibrato da adulto??

 La socializzazione è IMPORTANTISSIMA per qualunque cane di razza e non. Una volta portato a casa, aspettato la seconda vaccinazione, lo si può e lo si deve portare in mezzo alla gente (donne, uomini, bambini, anziani, rumori di città….). tutto questo serve a creare un bagaglio di esperienze (positive) che lo renderanno un cane equilibrato



4) L’AKITA NELLA CRESCITA


Stò notando che il mio cane mangia molto meno della dose consigliata di crocchette e spesso non mangia affatto. 
Escluse patologie perché sono già stato dal veterinario, può essere che l’Akita sia un po’ inappetente di suo??

Andate dal veterinario Se sono state escluse patologie, direi di stare tranquilli. L’ Akita è un cane frugale. 


Il cane quando è in muta perde molto pelo?? Come devo curare il mantello in questo caso?? E per renderlo più bello e lucente ci sono prodotti apposta, intendo alimenti da integrare alle crocchette??

spazzolarlo più volte al giorno, un bagno alla settimana per facilitare la perdita del pelo morto. Ci sono integratori per esempio sono ottimi quelli a base di olio di pesce, ricchi di omega 3 e 6.

L’akita quando si bagna il pelo puzza molto??

L’ Akita non ha odore né asciutto né bagnato.

Le orecchie dell’Akita vanno regolarmente pulite??

 una o due volte alla settimana in funzione della presenza più o meno abbondante di cerume nel parte interna del 
padiglione auricolare.

 Quando posso fare il primo bagnetto al cane, 
dopo quanti mesi di vita??

Si può iniziare dopo i 4 mesi. 

E’ vero che l’akita è soggetto a intolleranze alimentari e quindi alle dermatiti?? Come posso evitarlo?

 sì è soggetto a intolleranze alimentari. L’importante è la scelta di un mangime di ottima qualità che non abbia un’elevata concentrazione di proteine e che non sia troppo calorico.

 Se porto il cane al mare posso fargli fare il bagno tranquillamente??

 Se lo apprezza Sì. L’importante è che dopo il bagno in mare, venga lavato sotto acqua corrente per togliere il sale e 
la sabbia

 Vorrei addestrare il mio Akita. 
Quale attività mi consigliate di fare con lui??

come attività ideali per l’akita potrebbero essere quelle di ricerca (possiede un ottimo fiuto), agility (ideale 
per le femmine, sono più agili. L’importante è non pretendere troppo dal proprio cane ma divertirsi).

Ho un Akita maschio di 10 mesi che appena incontra un cane dello stesso sesso lo aggredisce, ma ultimamente dimostra 
aggressività anche con le persone estranee. Sono molto preoccupato. Cosa devo fare?

rivolgersi a un educatore comportamentalista che potrà aiutare a risolvere il problema, tenendo comunque presente che 
il cane sta passando dall’ età del cucciolo a quella adulta. 

Quali sono le malattie a cui è più soggetto l’'Akita??

la displasia dell’ anca nell’ akita non è frequente come in altre razza. importante al momento dell’ acquisto che i genitori (sarebbe meglio fino alla terza generazione) siano lastrati ufficialmente. Oculopatie come distrofia della retina, glaucoma. Malattie autoimmuni come sindrome di harada, adenite sebacea. 

Ho un grosso problema. Il mio Akita stà tutto il giorno in casa da solo perché sono al lavoro. Tornando la sera mi trovo l’abitazione che è un campo di battaglia. Secondo voi si annoia?? 
Cosa devo fare per evitare che mi distrugga tutto??

cercare di tenerlo “mentalmente” impegnato con attività ludiche e/o sportive. 

Quando gioca il mio Akita salta addosso spesso e “mordicchia” mani e braccia in continuazione. Ho notato che nel gioco usano molto più di altri cani la bocca, anche tra di loro. Sono molto mordaci. Posso però limitare questi atteggiamenti, come posso insegnagli a non farlo più??

 Mordaci è una parola grossa. Noi quando giochiamo usiamo le mani e i cani usano la bocca. Spetta a noi insegnargli a giocare correttamente. INIBIZIONE AL MORSO: quando giochiamo con il cucciolo e il gioco diventa troppo “fisico” dobbiamo dire NO e interrompere il gioco. 


 
 
  Site Map